Impariamo a sentire, a provare emozioni e a comunicarle fin dalla più tenera età, fin dai primi giorni di vita nel rapporto con i genitori e le figure di riferimento importanti. Il bambino “legge” il viso di chi lo accudisce e impara a calibrare le proprie emozioni in base alle reazioni che riceve. Impara ben presto che se ride ed è di buon umore i genitori sono sereni, ben disposti nel rapporto con lui ed orgogliosi del loro bimbo mentre se piange e fa i capricci, normali per la sua tenera età, incontra visi corrucciati e distanti. Continua a leggere “Non devi essere fragile: gli uomini e la debolezza”

Annunci